Lamento del signor Francesco Vicentino, detto il Mauro

Title

Lamento del signor Francesco Vicentino, detto il Mauro

Set to tune of...

terza rima

Transcription

Se l'ardente desio del riverderti
Mi spinse öæ cruda morte, ö_ mia colonna,
pur sperando di la, benmio goderti.
La palida tua fronte alma mia Donna,
Ch'esser solea si bella öæ par del sole,
Non mi fara cangiar pensier, ne gonna.
Ti vuö_ seguir hor che cosi il ciel vuole
Che senza te, il viver mi seria
L'esser senza (un giradin) Rose, e viole.
Adunque genuflesso Anima mia,
Ti chiedero perdon s'io fui cagione
De la tua cruda morte, acerba, e ria.
Se qui d'intorno non veggio persone,
Che testimoni sian di quel ch'io dico,
L'Amata m'udira del bell'Adone.
Ma per non gir del mio tesor mendico,
Il capo prenderö_, e in queste braccia
Stretto il terrö_, come suo caro amico.
A queste labbia öæ la pallida faccia
Rappresento sovente, com'io fecci
Essendo in vita; spesso in le me bra...
[more to transcribe]

Crime(s)

murder

Gender

Date

Printing Location

Stampata in Parma, con licenza de Superiori
Ad instanza di Pantalon Braghetto

Files

Lamento del Signor Francesco Vicentino page 1.JPG
Lamento del Signor Francesco Vicentino page 2.JPG
Lamento del Signor Francesco Vicentino page 3.JPG

Citation

“Lamento del signor Francesco Vicentino, detto il Mauro,” Execution Ballads, accessed July 1, 2022, https://omeka.cloud.unimelb.edu.au/execution-ballads/items/show/1089.

Output Formats